Cani e gatti, come gli esseri umani, possono contrarre tutta una serie di patologie a livello articolare, dalla displasia dell’anca alle lussazioni, ma di norma queste situazioni si risolvono.

I problemi articolari che possono essere più ostici sono però l’artrite e l’artrosi. Tali patologie si verificano spesso in cani sovrappeso e di grossa taglia e in alcune razze specifiche più esposte di altre per una questione genetica.

Artrite ed artrosi nei nostri cani

Tutte e due le patologie sono causa di uno stato di dolore cronico, ma sono diverse nelle loro cause e nel loro esito.

  • L’artrite è un’infiammazione a carico di una o più articolazioni causato da un’infezione o da un’alterazione immunologica. Trovando la giusta terapia è possibile la guarigione completa in molti casi.
  • L’artrosi è un processo degenerativo che distrugge le cartilagini articolari. Può convolgere una o più articolazioni, ed è solitamente progressiva e irreversibile. Ne sono soggette particolarmente alcune razze canine e i cani anziani in sovrappeso.

Nel caso di artrite, una corretta integrazione può coadiuvare un trattamento specifico per velocizzare il recupero del cane.

Nel caso di artrosi l’integrazione può aiutare a:

  • prevenire o ritardare l’artrosi; soprattutto iniziando l’integrazione prima che si manifestino i sintomi, aiutando il cane a conservare le cartilagini il più integre possibile;
  • alleviarne i sintomi; questo permetterà al cane di poter avere una buona qualità della vita senza ricorrere ad una costante assunzione di medicinali.

La nostra linea Cortaflex® è il top per aiutare cani e gatti affetti da artrite ed artrosi.

Quali cani rischiano di più l’artrosi?

Non c’è una risposta univoca, praticamente tutti i cani possono soffrire di artrosi, anche se si riscontra più comunemente nei cani anziani, soprattutto se in sovrappeso o comunque di grossa taglia. Esistono però anche delle razze geneticamente più predisposte verso l’artrosi: il Labrador Retriever, il San Bernardo, il Pastore Tedesco sono predisposti alla displasia e all’osteocondrosi, che possono preludere ad una futura artrosi. Ma anche cani piccoli come il Chihuahua hanno delle patologie articolari prevalenti (nel caso del Chihuahua la lussazione della rotula) che fungono da apripista per l’artrosi. I randagi hanno più possibilità di contrarla perché più esposti ai traumi da impatto. Come già detto, cani in sovrappeso ma anche cani da lavoro e cani molto attivi fisicamente possono incorrere nell’artrosi.