artrosi nel cane

In un nostro precedente articolo sull’artrite e l’artrosi nel cane, abbiamo definito le due patologie nelle loro differenze. Entrambe portano il cane (e anche il gatto, ma in misura minore) ad uno stato di dolore cronico, che impedisce all’animale di muoversi con scioltezza e di tenere delle posture corrette.
Però le differenze tra artrite ed artrosi sono sostanziali e importanti:

  • l’artrite è fondamentalmente un’infiammazione, causata principalmente da infezioni, da cui si può spesso guarire completamente, grazie alla giusta terapia;
  • l’artrosi è una patologia degenerativa, il più delle volte irreversibile, e per il cui trattamento si punta in maniera più decisa ad una terapia conservativa, che permetta di minimizzare l’usura delle articolazioni (fondamentalmente delle cartilagini) e di attenuare il dolore.

Ma come riconoscere i sintomi di artrosi nel cane?

A parte la considerazione che ogni cane potrebbe essere potenzialmente colpito da artrosi, pur esistendo razze più colpite e patologie accessorie (tipo il sovrappeso) che predispongono alla malattia, vediamo alcuni sintomi a cui prestare attenzione:

  • Il cane è in uno stato di prostrazione generale, di tristezza
  • Cerca di evitare di camminare, correre e saltare
  • Ha un passo lento e con un’andatura malferma
  • Le sue zampe sembrano rigide, muove molto il bacino o barcolla
  • Fatica ad alzarsi quando è steso ma anche quando è accucciato
  • Spesso sente dolore anche solo restando seduto, quindi cammina con irrequietezza perché non trova pace
  • Questa irrequietezza e il dolore costante possono renderlo più nervoso del solito
  • Può guaire quando viene toccato nei punti dove è rigido e dove le articolazioni sono infiammate
  • Fatica a dormire per la condizione di dolore

Se poi questi sintomi tendono a peggiorare in inverno e con clima umido, allora possiamo essere abbastanza certi che il nostro cane soffre di artrosi.

Una dieta sana (in caso di sovrappeso), una terapia farmacologica per le situazioni di dolore acuto e una buona integrazione dietetica possono aiutarlo a stare meglio. In questo caso glucosammina e condroitina possono non solo alleviare il dolore del nostro cane, ma aiutano in maniera costante (e scientificamente provata) a preservare le cartilagini, evitando una degenerazione ulteriore della mobilità articolare.

Cortaflex® è da sempre con voi per aiutarvi a preservare e a migliorare la mobilità articolare del vostro cane!